FIA Farmacisti in Aiuto Onlus
"Collaborare con le popolazioni povere e bisognose per favorire il loro progresso sociale e culturale."
youtubetwitterfacebookemailrss

Rendiconto Annuale 2009

 FARMACISTI IN AIUTO O.N.L.U.S.
Via della Scafa, 143 – 00054 Fiumicino
Codice Fiscale 97427160581

 

RENDICONTO DEGLI INCASSI, DEI PAGAMENTI E SITUAZIONE PATRIMONIALE

SEZIONE A Incassi e Pagamenti
A1 Incassi della gestione

2008

2009

Attività tipiche

76.738,72

63.599,92

Raccolta fondi

20.153,72

21.319,15

Attività accessorie

9.405,57

7.950,00

Incassi straordinari

39.642,36

1.360,00

Dotazione
Altri incassi

21.719,96

6.276,51

sub totale

167.660,33

100.505,58

A2 Incassi in c/capitale
Incassi derivanti da disinvestimenti
Incassi da prestiti ricevuti

sub totale

A3 Totale incassi

167.660,33

100.505,58

A4  Pagamenti della gestione
Attività tipiche

82.920

91.060,00

Attività promozionali e di raccolta fondi

8.745,39

540

Attività accessorie

24.530,00

5.220,00

Attività di supporto generale

5.500,00

Pagamenti straordinari

52.834,14

1.647,00

Altri pagamenti

4.965,37

2.336,81

sub totale

173.995

106.303,81

A5 Pagamenti in conto capitale
Investimenti
Rimborso prestiti
A6 Totale pagamenti

173.995

106.303,81

Differenza tra incassi e pagamenti

-6.334,57

-5.798,23

A7 Fondi liquidi iniziali

17.253,05

10.212,15

A8 fondi liquidi a fine anno

10.918,48

4.413,92

SEZIONE B Situazione attività e passività al termine dell’anno
 

Dettagli

Euro

B1 Fondi liquidi c/c postale

786,27

Banca Credito Coop.

3.514,85

Credito IVA

232,8

Rit. acc.to

-120

Totale fondi liquidi

4.413,92

Concordanza con il

totale sezione A8

Dettagli

Euro

 
B2 Attività monetarie e finanziarie

Dettagli

Euro

Val. corrente

B3 Attività detenute per la gestione
     dell’ente

Dettagli

Euro

Scadenza

B4 Passività

FARMACISTI IN AIUTO ONLUS

Via della Scafa, 143 – 00054 Fiumicino

Codice Fiscale 97427160581  

 

Relazione di missione e Nota integrativa abbreviata al bilancio chiuso il 31/12/2009

Gli importi presenti sono espressi in unità di euro 

Attività svolte 

L’Associazione “Farmacisti in aiuto” è un’Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (in breve Onlus) che esercita esclusivamente attività istituzionale e che si occupa di aiuti umanitari mirati ad agevolare popolazioni povere e bisognose al fine di favorire il loro progresso sociale e culturale. I beneficiari sono prevalentemente bambini e ragazzi che vengono aiutati a vivere e studiare nel proprio Paese in dignità, ma “Farmacisti in aiuto” si occupa anche della tutela della salute dei bambini sostenuti, garantendo visite periodiche e coprendo eventuali spese mediche impreviste.

Per statuto “Farmacisti in aiuto” è un’Associazione laica, apartitica e apolitica e si ispira ai valori della solidarietà agendo nel pieno rispetto delle culture locali.

Fatti di rilievo verificatisi nel corso dell’esercizio 

Il 2009 è stato un anno molto particolare per l’Associazione. Nel biennio 2007/2008 l’Associazione ha vissuto una crescita esponenziale senza che tutto questo venisse supportato da un’organizzazione tale da poterla sostenere. Le motivazioni della situazione venutasi a creare sono da ricercarsi principalmente nella struttura stessa dell’Associazione, fino ad allora costituita da volontari per la maggior parte farmacisti e come tali impegnati in un lavoro che occupa gran parte della giornata. Questa situazione ci ha spinto verso un lavoro di “ristrutturazione” dell’Associazione, lavoro che ci ha visti impegnati nella stesura dei Regolamenti, un insieme di regole di comportamento per favorire la corretta, trasparente ed efficace gestione delle risorse disponibili, ottenute a fronte di un’attività di raccolta fondi. L’aggiornamento del sito-web ed il Fiaforum al suo interno, strutturati per cercare di dare voce a tutti gli associati e alle loro idee, sono strumenti indispensabili per riuscire a condividere sempre di più le scelte dell’Associazione.

Nonostante la grave crisi finanziaria in atto, che ha portato a tagliare le spese non essenziali, e il periodo di disorientamento seguito alle dimissioni da presidente del fondatore dell’Associazione dr. Marco Tortorici, nel 2009 siamo riusciti a proseguire i progetti già attivati con la sola contrazione del numero delle adozioni attive, dovuta al trasferimento o alla conclusione del ciclo di studi di alcuni bambini e non seguita dall’attivazione di nuove adozioni.

L’esercizio chiude con un avanzo di gestione di € 4.413,92.

Identità dell’organizzazione

Compagine sociale:

SCARMOZZINO Sabrina, Presidente

DELLE MONACHE Mario, Vicepresidente (dimissionario in data 23/06/2010)

DARIOLTullio, Consigliere

MONTEBELLO Alessandra, Consigliere

REPOSI Fabio, Consigliere

SCURTI Piero, Consigliere

GELOSO Regina, Segretaria

 

-Sistema di governo e funzionamento

Il Consiglio Direttivo si riunisce abbastanza frequentemente per prendere le decisioni più importanti: buona la partecipazione dei componenti, mai inferiore al 90%. Annualmente viene convocata l’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio e per tutte le decisioni di sua competenza.

I progetti ad oggi sostenuti dall’associazione si realizzano in due paesi la Tanzania e l’India. “Farmacisti in aiuto” collabora per la realizzazione dei suoi progetti in Tanzania con l’ABCS Verona e per la realizzazione dei progetti in India con la Namastè di S. Lazzaro di Savena (BO). Tutti i benefattori vengono aggiornati almeno una volta l’anno sul progetto da loro finanziato per il sostegno in Tanzania e due volte l’anno per il sostegno in India. L’Associazione non ha spese di pubblicità. Il denaro raccolto viene periodicamente inviato alle associazioni partner. Compatibilmente con le disponibilità degli associati e l’ospitalità delle due missioni vengono organizzati viaggi nelle zone di missione per verificare l’andamento dei progetti sostenuti.

-risorse umane

Una collaboratrice part-time alla quale viene corrisposto un rimborso spese.

Attività di raccolta fondi

Gran parte della raccolta fondi viene effettuata tramite rapporto individuale con il singolo benefattore. Una piccola percentuale di raccolta fondi viene effettuata tramite le donazioni fatte nelle farmacie aderenti tramite il salvadanaio; tale percentuale di raccolta fondi, qualora non legata alla sponsorizzazione di un progetto specifico, va a costituire un “fondo” dall’Associazione denominato “Banco dei Farmacisti in aiuto” a cui si attinge per coprire eventuali mancanze di fondi a copertura di progetti già avviati.

 Principi di trasparenza e tracciabilità

La nostra organizzazione opera nel pieno rispetto dei principi di trasparenza e tracciabilità delle transizioni finanziarie inerenti le erogazioni dei donatori ed il successivo versamento alle associazioni partner. Anche a tale scopo vengono tenute scritture contabili cronologiche e sistematiche che esprimono con compiutezza ed analiticità le operazioni poste in essere.

Rendicontazione

Interventi a favore dei beneficiari:

Come è possibile verificare dalle tabelle sottostanti, Farmacisti in aiuto sostiene progetti nel settore educativo e dell’assistenza sanitaria considerando questi i due fattori fondamentali per promuovere il progresso sociale e culturale delle popolazioni beneficiarie, senza dimenticare la tutela della salute come presupposto imprescindibile.

Sintesi dell’attività

2008 2009 variazione
Sostegno a distanza in India- numero bambini 159 163 +4
Sostegno a distanza in Tanzania-numero bambini 123 106 -17
Sostegno villaggio lebbrosi-numero famiglie 33 33

Dettaglio somme destinate ad attività e progetti

Somme 2008 Somme 2009 variazione
Sostegno a distanza (india e Tanzania) 78.690 88.267 + 9.577
Sostegno dispensario in India 3.000 3.000
Villaggio lebbrosi* 1.920 1.440 -480
Contributo suore missionarie 500 500
Contributi per interventi sanitari 9.230 3.800 -5.430
Contributo per la Kottor Family*** 5.300 920 – 4.380
Costruzione villaggio Kattuvila** 10.000   -10.000
Costruzione abitazione maestri Tanzania** 4.000   -4.000
Costruzione ospedale in Nigeria** 5.000   -5.000
Sostegno casa-famiglia coop. COMIN** 10.000   -10.000
Contributo casa esplosa a Maccarese** 31.864,14   -31864,14
Borsa di studio orfana Alessandra Nicolini** 1.280   -1.280

 

(*)La cifra è diminuita nel 2009 rispetto al 2008 perché durante questo anno è intervenuto un secondo benefattore come sponsor del progetto.

(**) Queste voci non sono presenti tra le attività sostenute nel 2009 perché si tratta di progetti terminati nel 2008 o che non presupponevano una continuità nel tempo.

(***) L’importo destinato al progetto Kottor Family è notevolmente diminuito perché nel 2008 abbiamo affrontato i costi di attivazione del progetto, attualmente la casa-famiglia viene sostenuta da un gruppo di donatori e noi continuiamo a contribuirvi sponsorizzando piccole necessità della casa e dei suoi fruitori.

Incidenza costi struttura 

Costi sostenuti ( 7.836,81)

¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨             = 7,79%

Fondi raccolti (100.505,58) 

 Note sulla gestione 

Caratterizzazione delle attività: L’attività principale dell’Associazione è costituita dal sostegno a distanza dei bambini per lo studio, ma anche per altri bisogni (alimentari, medici, abitativi). La nostra forma di assistenza consiste essenzialmente nel sostegno del bambino all’interno della propria famiglia. Con il nostro intervento cerchiamo di creare i presupposti perché il bambino viva dignitosamente nel proprio ambiente fornendogli gli strumenti per avere in futuro la possibilità di essere indipendente.

Per i lebbrosi interveniamo soprattutto erogando una piccola pensione mensile per il cibo.

Sostenendo il dispensario di Kattuvila forniamo assistenza sanitaria ad un intero villaggio e alle comunità confinanti, essendo la struttura aperta a tutti coloro che ne hanno bisogno.

Bisogni rispetto ai quali l’Ente è intervenuto: educativi per bambini provenienti da famiglie disastrate e/o poverissime e quindi destinati alla strada o al lavoro, sanitari per i bambini e le loro famiglie.

Per i lebbrosi i bisogni sono di tipo alimentare e medico.

Obiettivi, strategie e programmi di intervento: gli obiettivi sono quelli di intervenire in modo efficace e duraturo, nel tempo, per soddisfare i bisogni dei nostri beneficiari e di corrispondere la fiducia dei nostri sostenitori garantendo un modo di agire sicuro e il più possibile trasparente. Le strategie messe in atto per perseguire questi obiettivi:

1)      I fondi raccolti vengono inviati alle due associazioni partner la cui attività in merito ai progetti sostenuti viene monitorata durante il corso dell’anno.

2)      Si privilegia l’elargizione di beni (cibo, medicinali, vestiario, materiali scolastici) e il pagamento di servizi (scolastici, medici) evitando il versamento di contanti che potrebbero essere male utilizzati.

3)      Ai nostri benefattori vengono inviati rapporti semestrali personalizzati, pagelle, foto, letterine qualora sostengano a distanza un bambino, laddove invece il sostegno è indirizzato ad un progetto la rendicontazione delle spese effettuate per il mantenimento del progetto stesso viene inviata una volta l’anno.

Efficacia ed efficienza nel raggiungere gli obiettivi e soddisfare i bisogni e le aspettative dei soggetti a cui è indirizzata l’azione

I nostri interventi non sono volti all’ottenimento di un profitto ma finora hanno mirato:

  • ad estendere l’istruzione di buon livello anche ai bambini delle fasce sociali più deboli;

  • a dare un aiuto medico a chi non può permettersi di pagarlo;

  • a costruire o risistemare abitazioni inesistenti o mancanti di componenti essenziali;

  • a fornire cibo e vestiario a chi non ne ha.

Coerenza con gli impegni assunti

 Gli impegni principalmente assunti con i nostri sostenitori sono:

1)      Impegno a contenere le spese di gestione al di sotto del 10%

Come facilmente rilevabile da quanto sopra rendicontato, l’importo relativo alle spese di gestione si è mantenuto al di sotto del 8%.

2)      Impegno all’informazione ampia e costante sull’andamento dei progetti

Per quanto riguarda l’informazione aggiornata sui bambini sostenuti a distanza abbiamo mantenuto l’impegno a fornire al sostenitore le informazioni almeno una volta l’anno (nel caso delle adozioni in India due volte l’anno), fornendo anche foto, pagelle e letterine dei bambini. Inoltre ogni benefattore può:

a) Chiederci di provvedere in loco all’acquisto di regali per occasioni speciali (Natale, compleanni ecc.). Anche di questo si invia documentazione fotografica.

b) Discutere con noi, via e-mail o per telefono, su eventuali ulteriori aiuti; di questi si studiano dei preventivi che vengono presentati ai donatori e in caso di consenso al finanziamento, a lavoro ultimato, si fornisce debita documentazione fotografica dell’intervento effettuato.

c) Ottenere risposte immediate ad ogni dubbio sul singolo bambino o progetto.

3)      Impegno alla trasparenza

Il nostro bilancio viene pubblicato sul sito ed è estremamente chiaro e fruibile da chiunque.

Per i singoli progetti il benefattore riceve un preventivo dei costi e poi la rendicontazione finale corredata di foto e altra documentazione. 

Criteri di formazione

Il presente bilancio è stato redatto in forma abbreviata secondo lo schema (Rendiconto degli incassi, dei pagamenti e Situazione Patrimoniale) proposto dall’Agenzia per le ONLUS per gli enti no profit con ricavi e proventi inferiori ai 250.000 € annui e corredato della presente relazione esplicativa.

Criteri di valutazione

La valutazione delle voci del bilancio è stata fatta ispirandosi a criteri generali di trasparenza e prudenza nella prospettiva di dare certezza e continuità alle valutazioni, ai fini della revisione di bilancio ed anche ai fini di consentire nel tempo confronti utili di una serie di bilanci da parte di terzi lettori.

L’applicazione del principio di prudenza ha comportato la valutazione individuale degli elementi componenti le singole poste o voci delle attività o passività per evitare compensi tra perdite che dovevano essere riconosciute e profitti da non riconoscere in quanto non realizzati.

Riconoscimento ricavi

L’organizzazione non genera ricavi. Gli introiti sono determinati da donazioni ed elargizioni mirate all’attività istituzionale.

Codici Bilancio

Il Rendiconto è suddiviso in due sezioni:

-sezione A, Incassi e Pagamenti

-sezione B, Situazione Attività e Passività

La sezione A (incassi e pagamenti) riporta i flussi monetari in entrata e in uscita manifestatisi nel corso del periodo amministrativo. I valori gestione sono confrontati con quelli dell’esercizio precedente e sono distinti a seconda che siano relativi alla gestione corrente o alla gestione in conto capitale. Gli incassi e i pagamenti della gestione corrente sono quelli che si realizzano in modo definitivo nel corso dell’esercizio, mentre quelli riferibili alla gestione in conto capitale conseguono a variazioni di natura patrimoniale negli investimenti, nei disinvestimenti, nell’accensione e nel rimborso dei prestiti.

La sezione B del prospetto fornisce le informazioni sulle più significative voci che compongono l’attivo e il passivo dell’ente no profit, senza un vincolo di quadratura.

Le Attività sono suddivise in tre categorie

B1-Fondi liquidi, che rappresentano il saldo della tesoreria e dei conti correnti, bancari e postali, come risultano dalla contabilità al termine dell’esercizio.

B2Attività monetarie e finanziarie, che individuano i crediti e gli eventuali investimenti in titoli delle disponibilità liquide.

B3Attività detenute per la gestione dell’ente, che raccolgono i beni ad utilizzo pluriennale oltre che le eventuali rimanenze di magazzino di proprietà dell’ente no profit.

B4Le Passività, espongono i debiti dell’ente no profit

CONCLUSIONI

La presente relazione e nota integrativa, così come l’intero bilancio di cui è parte integrante, rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della società ed il risultato dell’esercizio.

L’esposizione dei valori è stata elaborata in conformità al principio di chiarezza e prudenza.

Sulla scorta delle indicazioni che sono state fornite, Vi invitiamo ad approvare il bilancio chiuso al 31.12.2009, che si chiude con un risultato utile di gestione di € 4.413,92.

Si rimane a disposizione per fornire i chiarimenti e le informazioni che si rendessero necessarie.

 SCARMOZZINO SABRINA

 Dichiarazione di conformità dell’atto:

La sottoscritta, Scarmozzino Sabrina, dichiara che il presente documento informatico è conforme a quello che verrà trascritto e sottoscritto a termini di legge sui libri sociali tenuti della società ai sensi di legge.